[okfn-it] Gli Open Data nel contesto italiano - report

Matteo Brunati matt a blog.dagoneye.it
Lun 27 Giu 2011 13:44:02 BST


> Ciao a tutti,
> lunedì scorso alcuni di noi erano a Firenze per un incontro organizzato
> dall'ITTIG-CNR su "Gli Open Data nel contesto italiano". Ho scritto, con
> l'aiuto di Maurizio Napolitano, un breve-ma-non-troppo resoconto
> http://it.okfn.org/?p=140 cercando di riprendere tutti i punti più
> significativi. Non ho la pretesa di aver ricordato tutto, quindi se
> avete integrazioni e commenti vi prego di segnalarli qui o direttamente
> sul blog.
>
> Pensate che si riesca ad avere un resoconto simile (anche più breve) per
> la Digital Agenda Assembly e per Frontiers of Interaction?
>


Un saluto a tutta la lista,
 visto che ero presente ed ho dato una mano alla sessione Open Data for
startup a Frontiers, ecco i miei 2 cent ( ma nei prossimi giorni arriva
pure un post ). Poi magari dicono la loro anche Christian e Massimo...

In realt erano presenti due sessioni sugli Open Data a Frontiers of
Interaction:

1.
http://frontiersofinteraction.com/2011/06/visualizing-and-understanding-italian-society-between-ethics-and-aesthetics/
2. http://frontiersofinteraction.com/2011/06/open-data-for-startup/

La prima, quella di Daniele Galiffa e la compagnia di Visup.it per quanto
riguarda la data visualization. Hanno preso uno strumento[0] ( citato tra
l'altro all'interno della
pagina da rielaborare di SOD dedicata agli strumenti[1] ) e rielaborato i
dati presenti su openspending relativi alla spesa pubblica italiana,
creando un'ottima base di partenza per riflettere assieme:

http://t.co/0OVArym

Sono riuscito a seguire poco la parte workshop, ma mi sembrava ben nutrita
e appassionata al tema. In pi devo dire che le riflessioni portate sono
state molto belle: basta guardare la treemap su openspending e la loro
rielaborazione per capire quanto una modalit sia adatta a certi usi e
altre siano adatte a far emergere ulteriori informazioni nascoste.

Per quanto riguarda il workshop Open Data for startup invece, alla
richiesta  iniziale di conoscenza del contesto open data, quasi tutti
hanno alzato la mano.
Mentre a quella di conoscenza sui linked data, solo 3 hanno accennato
qualcosa. Un segno perfino migliore degli hackday di londra, a quanto
pare, dove i mashup venivano fatti senza usare nulla dello stack Linked
Data.

La presentazione utilizzata da Massimo di Top-Ix e da Christian (
Netseven e Linkedopendata.it )  online[2].
Dopo la fase introduttiva,  stata lanciata la sfida finale, divisione in
gruppi con condivisione finale del pitch basato sugli open data.
Si sono formati 4 gruppi, dove almeno due gruppi avevano gi delle startup
in fase di lancio, per cui sono riusciti a sviluppare idee
carine e notevoli, dato il poco tempo a disposizione.
La sensazione  che nessuno abbia concentrato il focus sulla filiera degli
open data, per.

4 startup diverse dicevo:
  1. "Pure Data": pulitura dei dati con modello freemium, su base
statistica nella
versione free e a pagamento con sempre maggiori rifiniture
  2. "Chouse", un servizio di mappatura ed integrazione dati per
facilitare la ricerca della casa che risponda alle proprie esigenze,
integrando dati della
criminalit, dei luoghi di divertimento ed altro, andando oltre
all'indicatore del prezzo. Il modello  la vendita di dati profilati per
le agenzie immobiliari, che possono anche alzare i prezzi per utenti ben
consapevoli di volere la casa in un dato posto.
  3. una specie di aggregatore di booking, che gestisse gli n punti di
contatto dei portali di booking per agevolare meno dispersione
nell'aggiornare la propria offerta in n punti diversi.
  4. ( questo non me lo ricordo, momento di vuoto)

Direi quindi molto positivo il feedback, molto orientato ai dati e al
modello di business, meno sugli aspetti tecnologici abilitanti come la
cloud del Linked Open Data.
Dato il contesto dell' interaction design la cosa era prevedibile, visto
che  un po' lontano dagli aspetti tecnici, ma  un terreno fertile di
innovazione e di usabilit della filiera dei dati.
Che quindi va tenuto presente.
Buon luned a tutti,

  Matteo Brunati

[0] - http://mbostock.github.com/d3/
[1] - http://www.spaghettiopendata.org/strumenti
[2] -
https://docs.google.com/present/view?id=0AacLbDoFGDS3ZGN2YnRyNmNfNGRqYzloY2Ri&hl=en_US


-- 
Chi sono:
http://www.dagoneye.it

Cosa penso:
Casual.info.in.a.bottle - http://www.dagoneye.it/blog



Maggiori informazioni sulla lista okfn-it